dimagrire

Dopo le vacanze, rieccoci con i buoni propositi: chi non vuole smaltire il peso accumulato in vacanza o iniziare una volta per tutte a seguire una dieta sana? Inutile però ripetersi le solite raccomandazioni generiche sperando di diventare virtuosi: per cambiare davvero le abitudini a tavola e fare un regalo alla nostra salute occorre un intervento personalizzato.

Il mantra delle cinque porzioni di frutta e verdura al giorno o del taglio dei grassi e degli zuccheri non funziona, se non si segue un piano mirato sulle proprie esigenze e soprattutto non ci si impegna per gradi, a piccoli passi.

Tre regole ma personalizzate

Lo ha dimostrato un ampio studio condotto in tutta Europa, pubblicato sull’International Journal of Epidemiology: chi ha seguito consigli individualizzati ha mantenuto più a lungo i buoni propositi e ha davvero migliorato lo stile di vita rispetto a chi ha cercato di attenersi alle indicazioni standard, date a prescindere dalle caratteristiche personali.

I ricercatori del programma “Food4Me” hanno “prescritto” i suggerimenti tenendo conto della dieta di partenza di ciascun partecipante, aggiungendo in alcuni casi anche la valutazione di altri parametri come il grasso corporeo, i dati clinici come colesterolo o trigliceridi, la tipologia di cinque geni coinvolti nella risposta alla dieta: indipendentemente dal numero di elementi tenuti in considerazione, le raccomandazioni individualizzate sono state molto efficaci come spiega il coordinatore, John Mathers dell’Human Nutrition Research Centre di Newcastle.

«A ciascuno abbiamo dato solo treregole” da seguire sulla base delle abitudini di partenza: per esempio, sostituire pane e cereali da colazione con il corrispondente integrale per aumentare le fibre, limitare specifici latticini per ridurre l’introito di grassi saturi, diminuire le carni rosse a due porzioni a settimana. Pochi passi, ma studiati sulle caratteristiche e sulla quotidianità del singolo, fanno la differenza: ognuno di noi conosce le norme generali per una giusta alimentazione, ma metterle in pratica tutte e con costanza può diventare un’impresa».

Accontentarsi di obiettivi ragionevoli

Tenerne ben presenti tre, tagliate su misura per migliorare proprio dove commettiamo gli errori più grossi, aiuta a cambiare di più e meglio la dieta ottenendo risultati tangibili per forma e salute fisica. Inoltre il programma personalizzato è stato gestito tutto via web, sul sito www.food4me.org: «Internet può raggiungere tanti con indicazioni personalizzate ed efficaci, per superare il consueto approccio “taglia unica” identico per tutti; anche i partecipanti lo hanno giudicato molto comodo», dice Mathers. Che procedere per gradi sia la scelta vincente lo conferma un’indagine su Cell Metabolism, secondo cui per vedere benefici sulla salute e sulla silhouette basta perdere il 5 per cento del peso, non serve puntare al 10 per cento come si credeva finora.

dimagrire-dietaGli autori spiegano che se la meta da raggiungere è troppo lontana la possibilità di un fallimento è maggiore e ciò porta frustrazione e scontento, sentimenti comprensibili che però minano la forza di volontà: accontentarsi di obiettivi ragionevoli aiuta ad arrivarci meglio e consente di avere comunque vantaggi per la salute, visto che nei volontari coinvolti sono migliorate la funzione del pancreas e la sensibilità all’insulina. «Puntare a un obiettivo realizzabile è indispensabile per arrivarci davvero – osserva Franco Perticone, presidente della Società Italiana di Medicina Interna –.

Mantenere nel lungo periodo la motivazione serve per centrare il risultato e se questo è ritenuto più a portata di mano sarà più semplice impegnarsi negli sforzi per raggiungerlo. Perdere anche solo poco peso migliora la funzione dei vasi sanguigni riducendo il rischio di placche aterosclerotiche e infarto: l’essenziale è che il dimagrimento si associ sempre a un aumento della massa magra, che ha gli effetti metabolici positivi maggiori». In altri termini occorre impegnarsi anche in un po’ di movimento, magari “personalizzato” secondo gusti e caratteristiche personali ma sempre indispensabile.

Fonte: Corriere.it

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

2018 © Copyright - MedOS Srl - Via Milano, 29 (CT) P.Iva 04913570877

Per le urgenze: 095 2966178